la storia del lago

Il Lago di Fimon è l'ultimo bacino naturale rimasto nel complesso berico dopo il prosciugamento di quello della Granza e dopo le bonifiche delle Vallli del Palù di Brendola e della Fontega. 

Il lago ha avuto origine dalla formazione di uno sbarramento alluvionale, prodotto dai fiumi Brenta, Astico e Bacchiglione ai margini dei Berici; in questa depressione si è andata via via accumulando l'acqua proveniente da tutti i torrenti dei colli. Dalle analisi condotte dai ricercatori del CNR sembra che abbia circa 35.000 anni, il più antico del nord Italia, molto più vecchio del Lago di Garda e ”battuto” solo dai laghi vulcanici del centro Italia.

Nella zona sono stati rinvenuti molti reperti del Neolitico e dell'Età del Bronzo, che rendono questi luoghi molto interessanti dal punto di vista paleoantropologico (studio dell'uomo primitivo).